Berlusconi parla a se stesso

on

B. dice che P. sta difendendo i propri interessi facendo il doppio gioco, attuando così una “politichetta”. Si è, inoltre, parlato di conflitto di interessi, dell’indignazione della stampa estera (l’Economist in questo caso è un giornale equidistante e obiettivo). I principi di moralità di Forza Italia non possono accettare la doppia carica di P. e che, quindi, è “incompetente e in malafede” (detto da T. poi).

E può un partito che fa della moralità un principi cardine accettare B. come presidente del partito? Un congresso vero e proprio si esprimerebbe democraticamente in merito.

D’altronde, anche l’URL del sito del partito recita:

www.forza-italia.it ossia vuvuvu punto, forza meno italia, punto it.

“Nomen omen” o, attualizzando, “Url omen”.

Leave a Reply